Da un presente pandemico dis-orientante a un pensiero in grado di valorizzare gli aspetti umani ID S.O.F.I.A.: 50735

...
Da un presente pandemico dis-orientante a un pensiero in grado di valorizzare gli aspetti umani ID S.O.F.I.A.: 50735

A CURA DI: Loescher Editore
DESTINATARI: Docenti della scuola secondaria di Primo e Secondo grado
FORMATORI: Parente Paola, Piccini Claudia

Con il contributo in fase ideativa di Amelia Andreasi Bassi

Che cosa vedono, che cosa percepiscono, che cosa sentono i nostri ragazzi in questo incredibile presente? Quanto tutto questo segnerà le loro vite, con quale intensità e per quanto tempo?
Sono le domande che noi adulti (professori, educatori, orientatori, …) ci poniamo tra tutte le difficoltà operative che abbiamo dovuto affrontare e che ancora stiamo affrontando per rimanere al loro fianco con qualsiasi mezzo. Ma è forse arrivato il momento di prenderci del tempo, in questa pandemia, per allargare la nostra osservazione e poter ritornare a riconoscere l’importanza di una riflessione su alcuni concetti fondamentali che ri-propongono, con ancora maggior centralità, l’autenticità, la dignità e il valore della persona:  il concetto di ‘tempo’, del passare del tempo, della durata, del tempo perso e del tempo ritrovato; il concetto di ‘solitudine’, del sentirsi soli, dell’essere soli; il concetto di ‘distanza’, come misurare lo spazio che ci separa, nuovamente uno spazio metrico e non virtuale: il ‘luogo’; il concetto di ‘vicinanza’, una prossimità che permette lo scambio emotivo, lo sviluppo dell’empatia; il concetto di ‘volere’, voler superare la solitudine, le distanze, anche cercando un utilizzo consapevole delle tecnologie; il concetto di ‘relazione‘, la capacità di fermarsi per ascoltare, l’attenzione all’altro e l’attenzione a noi; il concetto di ‘vuoto’, di perdita delle coordinate e di ricerca di nuove, dentro di noi e fuori di noi; il concetto di ‘sofferenza’, la paura di soffrire, il disagio, ma anche la sensibilità per comprendere l’umanità; il concetto di ‘responsabilità’, il mio contributo, il mio essere vivo, pensante; il concetto di corpo, un corpo per me, un corpo per gli altri, un corpo che sente; il concetto di ‘amore’…; ecc.

La scuola genera questa capacità di elaborazione rendendo visibile la persona ed è importante ri-partire da alcuni temi che vanno in profondità, per poter parlare di capacità/competenze individuali ed orientamento alle scelte.

1° webinar

  • confronto sui temi presentati, per allargare la nostra visione su un mondo in cambiamento (e non solo per il virus), sull’importanza di sviluppare alcuni saperi fondamentali delle ragazze e dei ragazzi: quelli che fondano le competenze trasversali;
  • proposta di partecipazione a un progetto per la raccolta di attività realizzate durante la didattica a distanza per sostenere i ragazzi nella riflessione sui concetti proposti.

2° webinar

  • saranno presentati percorsi orientativi partendo dai progetti e dalle attività inviati, evidenziando come concetti trasversali permettono saperi fondamentali per una maturità individuale;
  • pubblicazione di un numero di Quaderni della Ricerca nel quale i materiali verranno riletti secondo percorsi orientativi da sviluppare trasversalmente.         

Webinar 1 – Durata: 2 ore
Webinar 2 – Durata: 2 ore

LINK DI ACCESSO
Dopo l’iscrizione, nella tua Area Personale del portale Loescher per la Formazione, saranno disponibili i link per accedere ai webinar dell’iniziativa.
Potrai guardare e riguardare i webinar quando lo desideri, senza limiti di tempo e con la possibilità di riprendere dal punto in cui avevi interrotto.

ATTESTATO CONCLUSIVO PER LA FRUIZIONE DI INIZIATIVE ON DEMAND
– SU S.O.F.I.A. [ID S.O.F.I.A.: 51721]: riceverai l’attestato entro due settimane dalla fruizione dell’iniziativa.
– SUL PORTALE, NELL’AREA PERSONALE: riceverai l’attestato il giorno successivo alla fruizione dell’intera iniziativa.

 


I Formatori di questo Webinar

Parente paola

Paola Parente, si occupa da oltre 25 anni di orientamento, politiche attive per l'inserimento lavorativo e di valorizzazione delle 'risorse umane' in azienda. Ha collaborato grazie ai progetti europei (FSE, Leonardo, Equal, Erasmus ed Erasmus+)  con strutture nazionali quali Unioncamere, Formez, Italia lavoro per accompagnare e orientare la competitività dei giovani nel mercato del lavoro, quella che l'Unione Europea chiama 'occupabilità'. Ha partecipato a molte ricerche europee, per migliorare gli interventi di orientamento per giovani e adulti, contribuendo alla definizione di metodologie e strumenti utili anche nel contesto italiano. Cofondatrice di QUIDD (Qualità Umane Innovazione Differenti Direzioni) società che sostiene l'approccio culturale ad un orientamento maturo, per la valorizzazione delle singole persone nel mercato del lavoro.

Piccini claudia

Laureata in Antropologia Culturale si specializza alla fine degli anni ‘90 nei processi di sviluppo personale e professionale delle persone attraverso la formazione al modello di Bilancio di competenze francese (Metodo Retravailler). Dal 2000 ad oggi progetta, coordina e realizza interventi di orientamento, formazione, cooperazione a livello locale, nazionale ed internazionale. Partecipa a ricerche e progetti internazionali su la costruzione di modelli di orientamento rivolti a giovani e adulti, occupati, disoccupati, in formazione, con uno sguardo attento alle diversità di genere e di provenienza culturale. Si occupa di percorsi di empowerment personale e rimotivazione professionale, progressione di carriera e gestione del cambiamento da parte dei lavoratori e delle lavoratrici all’interno delle aziende e delle istituzioni pubbliche, tra cui anche la scuola.     

Altri Webinar correlati

Iscriviti alla Newsletter sulle iniziative formative di Loescher Editore.